BOINC-CLIENT (VERSIONE FUNZIONANTE SU FEDORA 17)
Installando Fedora 17 ho avuto una spiacevole sorpresa: il programma boinc non funziona più. Boinc viene utilizzato per il calcolo distribuito, ovvero per tutta una serie di progetti scientifici (l'esempio più famoso, ma non l'unico, è la ricerca di intelligenze artificiali del SETI), permettendo a tutti gli utenti di partecipare elaborando una parte dei dati sui propri computer.

L'errore è dovuto al passaggio, da parte di Fedora, a systemctl, che avrebbe richiesto che il servizio da attivare si chiamasse boinc-client.service (e non boinc-client). In questa pagina è disponibile una patch per risolvere il problema.
Inoltre, anche applicando la patch, il servizio boinc-client, anche se abilitato, non parte automaticamente in avvio. Ho risolto il problema modificando, nel file /usr/lib/systemd/system/boinc-client.service, la riga

After=network.target graphical.target

in

After=network.target

Per chi non fosse capace, o non avesse voglia, di ricrearsi da solo gli rpm con la patch, li rendo disponibili qui (inclusa la modifica nel file boinc-client.service).


AGGIORNAMENTO DEL 12 LUGLIO 2012 - Da oggi è disponibile, nei repository ufficiali, la versione 7.0.29-1 di boinc. Si consiglia di utilizzare la nuova versione scaricabile direttamente con yum.
ISTRUZIONI PER L'INSTALLAZIONE CON RPM
Prima di tutto rimuovete boinc, digitando, da terminale (Attività, Applicazioni, Strumenti di sistema, Terminale):

su

Digitate la vostra password di root.

yum remove "boinc*"

Quindi seguire, a scelta, uno dei seguenti metodi:
Ricordate di abilitare e far partire il servizio boinc-client con i comandi

systemctl enable boinc-client.service
systemctl start boinc-client.service

SCRIPT PER CREARE E INSTALLARE GLI RPM
Se preferite crearvi da soli gli rpm per l'installazione allego qui uno script che fa tutto in automatico.
Importante:eseguitelo da utente standard, non da root: solo quando lo chiede (all'inizio e alla fine) digiterete la password di root.

su -c "yum install rpm-build MySQL-python sqlite-devel curl-devel freeglut-devel mesa-libGLU-devel openssl-devel wxGTK-devel mysql-devel libXmu-devel libjpeg-devel docbook2X xcb-util-devel libnotify-devel gcc MySQL-python sqlite-devel curl-devel freeglut-devel mesa-libGLU-devel openssl-devel wxGTK-devel mysql-devel libXmu-devel libjpeg-devel docbook2X xcb-util-devel libnotify-devel gcc gcc-c++" #digitare la password di root
cd ~
mkdir -p ~/boinc-client-patchato
cd ~/boinc-client-patchato
rm -rf ~/boinc-client-patchato/*
yumdownloader --source boinc-client
rpm2cpio boinc-client*.rpm | cpio -ivd
rm -f ~/boinc-client-patchato/boinc-client*.rpm
VERSIONE=`grep "Version" boinc-client.spec | sed 's/Version://g' | sed 's/ //g' | sed 's/\t//g'`
sed -i 's/%{_unitdir}\/%{name}/%{_unitdir}\/%{name}.service/g' boinc-client.spec
sed -i 's/After=network.target graphical.target/After=network.target/g' boinc-client-systemd
mkdir -p ~/rpmbuild/SOURCES
mv -f ~/boinc-client-patchato/* ~/rpmbuild/SOURCES
cd ~/rpmbuild/SOURCES
rpmbuild -v -bb boinc-client.spec
if [ "$?" != "0" ]; then
echo "Controllare l'output che precede questa riga. Dopo aver installato con yum le ulteriori dipendenze necessarie per la compilazione, rieseguire questo script"
exit 1
fi
cd ~/rpmbuild/RPMS/`uname -m`
su -c "yum remove boinc-client boinc-client-devel boinc-manager; rpm -iv boinc-client-$VERSIONE-*.rpm boinc-client-devel-$VERSIONE-*.rpm boinc-manager-$VERSIONE-*.rpm; systemctl enable boinc-client.service; systemctl start boinc-client.service" #digitare la password di root
systemctl status boinc-client.service


L'ultimo comando vi mostrerà se boinc-client è regolarmente partito, e se è stato abilitato.
Se non volete usare il copia e incolla da questa pagina al terminale, da qui potete scaricare lo script per creare l'rpm patchato. Ricordate che per renderlo eseguibile dovete digitare:
cd $PERCORSO #sostituire, al posto di $PERCORSO, il percorso completo della cartella dove avete scaricato il file: per esempio, /home/marco/Scaricati
chmod +x boinc


Nota bene: ricordo che boinc, così come tutto ciò che trovate in questa pagina, è rilasciato sotto licenza gpl, senza nessuna garanzia, ma con la speranza di risultare utile a qualcuno.

Ritorna all’indice del software